Sei giovani sudanesi presto studenti in Italia

Borse di studio_Universita' di ParmaSei giovani medici sudanesi hanno vinto il concorso per un anno di master in Italia di specializzazione in salute internazionale e medicina per la cooperazione con paesi in via di sviluppo. L’Università degli Studi di Parma, in collaborazione con la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, la Geneva Foundation for Medical Education and Research (GFMER) e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, ha istituito il corso di alta formazione e pubblicato il bando per 12 borse di studio, finanziate dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, per la copertura delle tasse di iscrizione e delle spese di soggiorno. Le borse erano riservate ai migliori 12 candidati provenienti da Angola, Burkina Faso, Etiopia, Kenya, Mozambico, Senegal, Sierra Leone, Sudan e Sud Sudan. L’Ambasciata d’Italia a Khartoum e l’Ufficio della Cooperazione Italiana hanno facilitato la diffusione del bando sul territorio e sostenuto i candidati sudanesi nella presentazione delle domande. L’esito ha determinato la selezione di ben 6 cittadini sudanesi su 12. Una grande opportunità sia per gli studenti, che accresceranno le loro competenze accademiche e professionali, che per le strutture sanitarie e le comunità in cui faranno ritorno. La sanità è uno dei principali settori di intervento della Cooperazione Italiana in Sudan con progetti mirati anche alla formazione e al rafforzamento delle capacità delle risorse umane, fattore essenziale per la sostenibilità delle iniziative e la garanzia di qualità dei servizi sanitari per la popolazione. L’assegnazione delle sei borse di studio è un ulteriore contributo per lo sviluppo delle capacità locali e un sistema sanitario migliore.

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese, Arabo

Archivio
Questo articolo è stato pubblicato in News.