Cooperazione e formazione: 40 nuovi volontari Health Promoters nello Stato del Red Sea

Staff CI insieme ai partecipanti del corso a Sinkat

Staff CI insieme ai partecipanti del corso a Sinkat

Nelle piu’ remote aree del Sudan, la popolazione ha sicuramente ancora bisogno di una percezione dei servizi sanitari come garanzia di una vita piu’ sicura.
Questo spiega perche’ il ruolo degli Health Promoters stia diventando sempre piu’ importante nelle comunita’ locali. L’organizzazione di un corso di formazione per promuovere la salute e’ stato organizzato dal Dipartimento della Salute Primaria, nella scuola di Ostetricia di Sinkat, nello Stato del Red Sea, insieme all’omonimo dipartimento del Ministero statale della Salute, sotto la guida della Coperazione Italiana.
“Il coordinamento integrato tra la Cooperazione Italiana e i dipartimenti di Salute Primaria e le localita’ e’ stato essenziale per ottenere un corso di alto livello, con risultati finali eccellenti. Il prossimo passo e’ la supervisione del lavoro dei nuovi Health Promoters nei loro villaggi!” Con queste parole la dott.ssa Afrah Hamza Salih, direttrice del Dipartimento Statale di Promozione della Salute, ha espresso la sua soddisfazione per i fruttuosi risultati del corso di formazione.

 

I volontari alle prese con la prova finale del corso

I volontari alle prese con la prova finale del corso

Il training ha coinvolto 40 volontari(27 donne e 13 uomini) scelti dai villaggi. Formare persone che andranno a lavorare nei villaggi di appartenenza e’ il percorso piu’ immediato per instaurare una fiducia verso le strutture sanitarie e i servizi che offrono. Promuovere l’accesso ai servizi sanitari di base e’ infatti la loro missione, un dato soddisfacente e’ stato rilevare che piu’ della meta’ dei partecipanti al corso sono state donne.
La formazione ha permesso agli Health Promoters di conoscere in dettaglio i servizi offerti da ogni Centro di Salute (come vaccinazioni, assistenza sulla malnutrizione), guadagnare tecniche di comunicazione e di educazione alla salute, infine come acquisire nuove tecniche di dialogo con la comunita’. Parlare, comunicare con le persone nei villaggi e’ il metodo piu’ affidabile per conquistare la loro fiducia : per questa ragione e’stato previsto un focus specifico sulla comunicazione all’interno del corso. Spesso infatti tradizioni e antichi tabu’ sono gli ostacoli che frenano la popolazione all’accesso di tali servizi. Ora i nuovi Health Promoters sono in grado di informare le loro comunita’ sui benefici dei servizi sanitari e di svolgere un ruolo di mediatore con le istituzioni sanitarie.:fondamentale per coprire la distanza tra le comunita’ locali e le stesse istituzioni. Un tassello che si inserisce pienamente nella costruzione di un distretto sanitario funzionante.
Dopo dieci giorni di corso, gli Health Promoters hanno acquisito le competenze necessarie per preparare un piano mensile di lavoro, finalizzato alla promozione della salute all’interno delle comunita’.

Dr. Elfatih Rabea, General Director of Ministry of Health, delivering his speech during the closing event

Il Dott. Elfatih Rabeh, D.G. del Ministero della Sanita’, alla cerimonia finale

Il lavoro si basa su diversi compiti: quattro visite settimanali domiciliari, una lezione settimanale sulla sanita’ insieme accompagnato da un dibattito aperto, incontri individuali, disitribuzione di materiale promozionale sanitario, una campagna sulla salute dentro la comunita’ che si aggiunge a quella mensile promossa nella piu’ grande localita’.
Il lavoro sara’ supervisionato dalle tre istituzioni – l’Amministrazione Sanitaria delle Localita’, il Dipartimento della Salute Primaria del Ministero e dalla Cooperazione Italiana – attraverso supervisioni sul campo e incontri mensili di valutazione.
In questa occasione, una prima visita sul campo e’ stata fatta subito dopo la celebrazione dell’ Eid, la tradizionale festa che segna la fine del mese del Ramadan, nei villaggi di Tomsai e Naset dove i tre nuovi Health Promoters formati (Karrar Mahmoud, Abdelrahman Mohamad Ali , Ahmad Essa Ali) hanno cominciato le loro attivita’.
All’evento di chiusura del corso di formazione hanno preso parte il Direttore Generale del Ministero della Salute dello Stato del Red Sea, dott. Elfatih Rabeh, il Preside del Community College dell’Universita’ del Red Sea, rappresentanti delle istituzioni sanitarie della localita’ di Sinkat e della scuola di Ostetricia, studenti della Alsharifa Mariam Basic School insieme ad alcuni rappresentanti della Cooperazione Italiana.
La manifestazione e’ stata un pieno apprezzamento di tutti gli sforzi congiunti nell’organizzazione del corso. Nel suo intervento finale il dott. Rabeh ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa per la popolazione della localita’ di Sinkat, ringraziando tutte le isitituzioni impegnate, incoraggiando il pubblico presente a promuovere la salute, con una particolare attenzione a quella materno- infantile.

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese, Arabo

Archivio