Protezione e promozione dei diritti dei bambini orfani disabili nella citta’ di Khartoum

SONY DSC
DoveKhartoum
MDGs
Durata12 mesi (Avviato nel Ottobre 2015)
Realizzato daAmbasciata- UTL
Fondi500.000,00 Euro

 

 

Contesto
Le persone con disabilità costituiscono la categoria più povera e marginalizzata del Paese: sono esclusi dall’ambiente sociale a causa di barriere socio-ambientali, economiche e culturali che impediscono loro un equo accesso ai diritti, ai beni e servizi della società, ovvero all’educazione, al lavoro, ai servizi sanitari, alla vita pubblica del Paese. Inoltre tra i fattori che gravano la condizione delle persone con disabilita’ ci sono: la scarsa consapevolezza della disabilità sia nelle istituzioni, sia nella popolazione; la carenza di dati certi e disaggregati e l’assenza di una mappatura capillare; la mancanza di coordinamento a livello istituzionale, in particolare tra istituzioni federali e degli Stati; la debolezza delle organizzazioni di persone disabili e la mancanza di un network stabile che agevoli azioni in sinergia; la carenza di strutture e servizi accessibili.
La presente proposta mira a:
Fornire assistenza tecnica ai ministeri competenti sia livello federale che locale e al National Council for Persons with Disabilities per rafforzare la capacità di sviluppare politiche inclusive in linea con gli standard internazionali di riferimento (CRPD del 2006 e Strategia Europea 2010-2020).
Prevenire l’insorgere di forme di disabilità, migliorare le condizioni di vita e promuovere l’inclusione sociale dei bambini con disabilità in tre orfanotrofi della città di Khartoum: Mygoma, Dar Almstakbel for girls e Dar Amstakbel for boys.

Obiettivi
Obiettivo generale: Contribuire ad assicurare il pieno godimento dei diritti e l’equo accesso a beni e servizi alle persone con disabilità, in linea con gli standard internazionali ed europei (Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità e Strategia Europea sulla Disabilità 2010-2020).
Obiettivi Specifici: Sostenere il Federal Ministry of Welfare and Social Security e il Ministry of Welfare dello Stato di Khartoum per il miglioramento delle condizioni di vita e inclusione sociale degli orfani con disabilità nella città di Khartoum, in particolare negli orfanatrofi di Mygoma, Dar Almstakbel for girls e Dar Amstakbel for boys.

Risultati attesi e attività

1. Capacità migliorate del Ministero Federale del Welfare e dei Ministeri Statali del Welfare, della Sanità e dell’Educazione di elaborare politiche per la promozione e la tutela dei diritti delle persone con disabilità.

1.1 Assistenza tecnica per il rafforzamento delle capacità dei rappresentanti dei ministeri sudanesi sulle politiche e le strategie nel settore dell’inclusione sociale, in collaborazione con il National Council for Persons with Disabilities.
1.2 Costituzione di gruppi di lavoro interministeriali per favorire lo sviluppo di politiche integrate che garantiscano il pieno godimento dei diritti e l’equo accesso a beni e servizi alle persone con disabilità. I gruppi di lavoro vedranno anche la partecipazione di rappresentanti della società civile e verteranno su: accessibilità e partecipazione, uguaglianza e non discriminazione, istruzione e formazione, protezione sociale, salute, raccolta e analisi dati.

2. Migliorate le condizioni di vita dei bambini, in particolare di quelli disabili negli orfanotrofi Mygoma, Dar Almstakbel for girls e Dar Amstakbel for boys.
2.1 Riadattamento infrastrutturale dei locali e dei servizi degli orfanotrofi Mygoma, Dar Almstakbel for girls e Dar Amstakbel for boys.
2.2 Realizzazione corsi formativi per accrescere le capacità e le competenze del personale (medici, infermieri, fisioterapisti, logopedisti, psicologi e assistenti) che operano nelle tre strutture.
2.3 Miglioramento dell’offerta di servizi socio-educativi e ricreativi nei tre orfanotrofi attraverso l’elaborazione di un piano educativo individuale.
2.4 Organizzazione di sessioni di vocational training negli orfanotrofi Dar Almstakbel for girls e Dar Amstakbel for boys per favorire l’inclusione professionale e sociale degli adolescenti con disabilità.
2.5 Avvio del processo di inclusione scolastica dei bambini disabili ospitati negli orfanotrofi Dar Almstakbel for girls e Dar Amstakbel for boys.
2.6 Organizzazione di campagne di advocacy, fundraising ed eventi socio-culturali nei tre orfanotrofi per coinvolgere la comunità locale.
2.7 Produzione di materiale divulgativo (cartaceo e multimediale) per informare e sensibilizzare la società civile e organizzazione di una conferenza finale.

Potenziamento dei servizi medico-riabilitativi e sociali promossi dalla associazione USADC per la promozione di un modello di welfare in Sudan

SONY DSC
DoveOmdurman, Stato di Khartoum
MDGs
Durata35 mesi (Avviato nel maggio 2014)
Realizzato daONG – OVCI
Fondi647.843,00 Euro

Contesto OVCI è una Organizzazione non governativa italiana presente in Sudan dalla fine degli anni novanta. Negli anni, insieme all’associazione sudanese per la promozione della persona disabile (Usratuna Sudanese Association for Disabled Children – USADC), ha avviato un Centro di Formazione Professionale per disabili e un Centro riabilitativo pediatrico. Obiettivo Contribuire allo sviluppo del sistema socio sanitario Sudanese per favorire – in particolare – riabilitazione ed inclusione sociale delle persone con disabilità, bambini e adolescenti. Risultati attesi e principali attività

  1. Consolidamento del modello di riabilitazione pediatrica adottato presso i centri USADC in collaborazione con l’Ahfad University
  • Formazione in aula (presso Ahfad University) e pratica per le studentesse del corso di laurea in fisioterapia sui temi della riabilitazione pediatrica e della Community Based Rehabilitation, da personale espatriato.
  • Formazione teorico-pratico degli operatori del servizio di logopedia Al Anais del Centro di Riabilitazione.
  • Assegnazione di borse di studio per frequentare un corso di laurea in ambito sanitario – riabilitativo – e sociale, presso l’Ahfad University, a studentesse provenienti dalle aree di conflitto.
  • Tirocinio pratico presso il Centro di riabilitazione e nell’ambito del programma sulla Community Based Rehabilitation.
  • Stesura delle linee guida procedurali per la presa in carico dei soggetti disabili del centro di riabilitazione.
  1. Incrementate prestazioni offerte dal dispensario materno-infantile di Dar El Saalam, garantendo assistenza a 10.000 tra donne, neonati e bambini e vaccinazioni a 15.000 bambini
  • Attivazione del servizio di assistenza prenatale per 2 giorni a settimana.
  • Consolidamento dei servizi di vaccinazione e di controllo della malnutrizione e della malaria.
  • Formazione del personale del dispensario materno-infantile sui protocolli dell’Integrated Management of Child Illnesses (IMCI) dell’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS/WHO) ed UNICEF.
  1. Aumentata efficacia dei laboratori del Centro di Formazione Professionale (CFP) di USADC, circa la capacità produttiva e di inclusione sociale di adolescenti e ragazzi con disabilità
  • Revisionare i curricula formativi del Centro di Formazione per ampliarne la valenza riabilitativo-educativa.
  • Formazione degli insegnanti in ambito pedagogico-riabilitativo per i sei laboratori tematici: informatica, carta riciclata, ceramica, falegnameria, panetteria e musica.
  • Formazione degli insegnanti e degli allievi del laboratorio di falegnameria per la fabbricazione di ausili ortopedici in modo da creare sinergie con il Centro di Riabilitazione.
  • Organizzazione e partecipazione ad eventi di sensibilizzazione ed informazione rivolti al settore privato e pubblico sulle tematiche della disabilità e per la vendita dei prodotti artigianali.