Al via un database per gli aiuti umanitari in Sudan

Selva Ramchandran, Rappresentante Paese di  UNDP,  e il  Dott. Kamal Hassan Ali, Ministro per la  Cooperazione Internazionale, aprono la cerimonia con brevi discorsi

Selva Ramchandran, Rappresentante Paese di UNDP, e il Dott. Kamal Hassan Ali, Ministro per la Cooperazione Internazionale, all’apertura della cerimonia

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo ha partecipato alla presentazione del “Sudan Aid Information Database-SAID and Monitoring & Evaluation-M&E Systems”. L’evento, organizzato dal Ministero della Cooperazione Internazionale e dal Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo, entrambi promotori del progetto, ha a vuto luogo lo scorso 6 settembre al Corinthia Hotel di Khartoum.
I rappresentanti dei due partner autori dell’iniziativa, Selva Ramchandran, Rappresentante Paese di UNDP, e il Dott. Kamal Hassan Ali, Ministro per la Cooperazione Internazionale, hanno aperto la cerimonia con brevi discorsi. Entrambi sottolineandone la novita’ e incoraggiandone l’utilizzo: SAID e M&E, saranno i due sistemi da utilizzare, come fonti essenziali per la gestione degli aiuti umanitari e per il coordinamento di mezzi, promuovendo la buona governance, l’amministrazione pubblica, l’ownership e la trasparenza.
L’ingegnere Mohamed Khair Abdel Aziz (UNDP) ha fornito una dettagliata spiegazione del database, che e’ articolato in due componenti principali: SAID, che illustra una panoramica completa di tutti i fondi esteri destinati agli aiuti umanitari presenti nel Paese. E il sistema di M&E: uno strumento di monitoraggio per valutare i progetti e le iniziative realizzate grazie ai fondi internazionali, e il compimento degli obiettivi designati. Questi due sistemi saranno la base per la seconda fase del progetto “Capacity Development for Aid Management and Coordination”.
La banca dati, che sara’ finalizzata entro la fine del 2016, è attualmente in una fase, otto settimane perviste, di formazione e sperimentazione. Le organizzazioni umanitarie internazionali saranno quindi contattate per fornire i dettagli dei loro progetti, e sono inoltre previste sessioni di formazione anche negli stati, per consentire ai partner sudanesi, nelle località, di utilizzare e beneficiare del sistema
L’interesse del pubblico si e’ manifestato nell’ultima sessione della manifestazione, che ha chiuso l’evento. Molti i suggerimenti e sgli spunti pervenuti al fine di migliorare il progetto, orami giunto nella sua fase finale.

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese, Arabo

Archivio
Questo articolo è stato pubblicato in News.